facebook degustibusitinerainstagram degustibusitinerapinterest outlined logoyoutubegoogle plusrss2

TRECCIA DI BRIOCHE SALATA CON DUE RIPIENI

trecciasalata titolo

Ho presentato queste due treccione due giorni fa sui social, le avevo preparate per un buffet di benvenuto che a scuola mia viene sempre organizzato prima dell'inizio delle lezioni, sia per accogliere i nuovi colleghi trasferiti da noi, sia per ritrovarci tutti in allegria nella convivialità. Sono piccole attenzioni che fanno di noi una comunità forte e solidale, e rafforzano i rapporti interpersonali nella condivisione di esperienze della vita normale.

Passiamo invece ai miei tanti amici virtuali che si sono entusiasmati a questa mia preparazione: eccomi, come promesso vi spiego la mia piccola esperienza culinaria. In particolare ci terrei a dedicare questo articolo alla mia amica Mirella, maga degli impasti e bravissima in cucina, che mi ha anche regalato due ricette pubblicate qui.

Ho utilizzato due tipi di farine della linea Corona dell'Azienda Molitoria Perteghella, la "multiuso" e la "rustica".

Già le avevo sperimentate per il pane e le avevo trovate davvero buone, molto lavorabili, con ottima assorbenza di liquidi, e con buon sapore, in particolare la "rustica" che è una tipo 2.

Ho calibrato una brioche salata ricca, con una discreta percentuale di uova e burro.

Ne è risultato un impasto morbidissimo e saporito, che ho arricchito con due ripieni diversi.

trecciasalata titolo1

 

Ingredienti dell'impasto:

500 gr di farina rustica Corona

500 gr di farina multiuso Corona

100 gr di lievito liquido

3 gr di lievito di birra

300 gr di latte

70-100 gr di acqua

250 gr di uova

200 gr di burro

20 gr di zucchero

10 gr di sale

 

Ingredienti del primo ripieno:

750 gr pisellini (io ho utilizzato quelli congelati)

mezza cipolla

3 uova medie

150 gr di parmigiano

100 gr di pancetta

 

Ingredienti del secondo ripieno:

Un chilo di spinaci già mondati, o altra verdura

200 gr di ricotta

100 gr di parmigiano

Un uovo

tracciasalata centrale

Dopo aver setacciato le farine direttamente nella vasca della planetaria, inserite il lievito liquido e il lievito di birra sbriciolato, mettete in funzione la macchina a bassa velocità e iniziate ad inserire lentamente le uova leggermente sbattute, alternate dal latte. Lavorate un pochino per omogeneizzare l'impasto, poi aggiungete l'acqua poco a poco, regolandovi in base all'assorbenza dell'impasto, aumentando un pochino la velocità.

Quando l'impasto inizia ad incordare bene, iniziate ad inserire il burro morbido, sempre poco a poco, aspettando che il precedente sia completamente assorbito.

Aumentate ancora la velocità, inserendo anche zucchero e sale verso la fine.

I tempi di impastamento non devono superare i 7-8 minuti, per non surriscaldare l'impasto.

Ecco come si presenta l'impasto subito dopo la lavorazione in planetaria.

trecciasalata centrale2

Come vedete è elastico e ben incordato, morbido per la robusta presenza di grassi e liquidi.

E' proprio per questo motivo che ho preferito una lievitazione mista, il lievito di birra è più adatto a sopportare questa percentuale di grassi in un impasto unico.

Ponete la massa in un contenitore oliato e lasciatela riposare per un'ora, facendo un solo giro di pieghe dopo la prima mezz'ora.

Fatto questo, ponetela in frigorifero per 18 ore.

Prima di riprendere l'impasto, preparate i due ripieni, che dovranno essere freddi al momento della farcitura.

Cuocete i pisellini con la cipolla tagliata finemente e la pancetta a piccoli pezzetti. Io ho bagnato leggermente il fondo della casseruola e ho fatto prendere bollore a cipolla e pancetta, ho quindi versato i piselli, ho coperto e ho fatto cuocere completamente a fuoco moderato. Non devono rimanere liquidi.

Cuocete anche gli spinaci, lavati e scolati, direttamente in una casseruola, senza aggiungere nulla.

Fate raffreddare gli spinaci, spezzettateli e aggiungete il resto degli ingredienti. Così anche con i piselli.

A questo punto i due ripieni sono pronti.

Trascorso il tempo necessario (l'impasto non deve raggiungere il raddoppio), riprendete l'impasto e fatelo acclimatare.

Dividete in due pezzi e poi ogni pezzo in quattro parti uguali.

Seguite le foto per la formatura e la farcitura dei quattro fili che formeranno ogni treccia.

trecciasalata1trecciasalata2trecciasalata3trecciasalata4trecciasalata5trecciasalata6

Fate attenzione a chiudete bene i fili dopo averli farciti.

Per la formatura della treccia a quattro fili vi rimando ai numerosi tutorial presenti su youtube.

trecciasalata centrale1

Per non correre rischi conviene intrecciare direttamente sulla teglia di cottura, coperta di cartaforno.

Coprite e fate lievitare ancora per un'ora, poi bagnate con uovo sbattuto e decorate a piacere.

Io ho usato semi di finocchio e anice stellato.

Infornare in forno preriscaldato a 200°, abbassare subito a 180° e cuocere per 40 minuti.

trecciasalata fondo1trecciasalata fondo

Questo articolo partecipa alla raccolta PANISSIMO delle amiche Barbara e Sandra, ospite per il mese di settembre nel blog di Sandra.

 VZBo8LV

Commenti   

0 # Tiziana 2015-09-10 23:19
Belle Maria Teresa. Che bel lavoro e che bel risultato. La treccia è sempre apprezzata da tutti. Ricordo che ne facevo di continuo quando ho iniziato a panificare e tu mi hai fatto tornare la voglia. Queste trecce ripiene, con ripieno in ogni capo, hanno l'aria di essere così saporite e appetitose.
Dimenticavo: sempre precisissima!!! ! E come si fa a sbagliare adesso ;) :)
Buona notte!
Tiziana
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2015-09-10 23:45
Hai ragione Tiziana, intrecciare è divertente, se poi lo fai con gli impasti con lievito lo è ancor più: che soddisfazione quando vedi gli intrecci che si gonfiano e si colorano in forno!
Grazie per i tuoi apprezzamenti, per me è un grande orgoglio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # I pasticci di Terry 2015-09-11 15:28
Mamma mia che buone devono essere anche queste!! E poi sono stupende. Brava amica mia, un bacio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2015-09-12 00:24
Un bacione forte anche a te cara, grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Angela 2015-09-11 17:28
Ma sei fantastica!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Maria Teresa 2015-09-12 00:25
Sei gentilissima Angela, grazie mille :)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Fabipasticcio 2015-09-11 22:31
Eccezionale come sempre!
Ammiro la tua capacità e bravura.
E la brioche è golosissima.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2015-09-12 00:27
Carissima Fabiana la stima è reciproca, e ti ringrazio tanto della visita!
Bacioni
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TECNICHE DI BASE

PANE

PIZZE E FOCACCE

LIEVITATI DOLCI

DOLCI

MARIA TERESA

Maria Teresa Cutrone de gustibus Itinera

Iscriviti al mio blog!

Instagram

FACEBOOK

Corsi

IMG 20170206 WA0000

Programmi e TV

GOOGLE +

Google+ Seguimi su Google +

DEGUSTIBUS ITINERA utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.