facebook degustibusitinerainstagram degustibusitinerapinterest outlined logoyoutubegoogle plusrss2

PIZZA E MINESTRA ALLA MOLISANA, OVVERO FOCACCIA DI GRANOTURCO CON VERDURE CAMPESTRI

pizzagranoturco5

Da tanto desideravo scrivere questo articolo, un po' per rivelare la mia anima sannita, un po' per ricordare la mia famiglia e l'infanzia. Il che mi provoca sempre un brivido, un'emozione particolare.

Era una delle preparazioni invernali più frequenti a casa mia, un piatto povero ma gustosissimo, una semplice focaccia azzima di farina di granoturco, accompagnata da erbe selvatiche della stagione invernale, generalmente cicoria o tarassaco, o misticanza primaverile.

Non so se la sto enfatizzando troppo, ma io ne ero e ne sono ghiottissima! Provare per credere!

Approfitto dell'apertura della SETTIMANA DELLE FOCACCE, nel CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO, a cura dell'AIFB, Associazione italiana Food Blogger, per far conoscere anche questa tradizione culinaria del piccolo Molise.

L'Ambasciatrice di questa settimana è Monica Costa del blog FOTOCIBIAMO.

pizzagranoturco6

In Molise è ancora molto in uso la pizza di granoturco, "pizz 'e ranedinje" nel dialetto locale, e accompagna anche piatti di carne, bollita o grigliata, al posto del pane.

La "pizz 'e ranedinje" indica appunto il grano d'India, cioè delle Americhe, molto diffuso in Molise e in altre zone d'Italia, sopratutto nell'antica varietà agostinello.

A casa mia la versione era la seguente: la parte morbida della pizza veniva sbriciolata in un piatto di verdura e brodo di quinto quarto di maiale, mentre la parte croccante accompagnava il bollito.

pizzagranoturco8pizzagranoturco10

E' presente nel menù di molte trattorie tipiche, che generalmente la preparano nella versione leggera, ovvero senza brodo e senza bollito, solo con verdura di campo ripassata con aglio, olio e peperoncino.

La cottura della focaccia avviene nel camino, direttamente sui mattoni arroventati dalla brace, ben puliti dalla cenere.

La pizza viene adagiata sui mattoni, poi coperta dal "sesto" o "campana", una sorta di grande coperchio cilindrico che viene a sua volta coperto di brace e funziona da camera di cottura.

La preparazione della pizza è molto semplice: si portano ad ebollizione 900 cc di acqua con 5 grammi di sale, si versa l'acqua bollente salata  su 500 grammi di farina di granoturco, si mescola e si lascia intiepidire l'impasto.

pizzagranoturco2pizzagranoturco4

Quando l'impasto si può manipolare, si modellano pizze di forma tonda e bassa, coprendole poi con altra farina. Cottura su pietra refrattaria arroventata per 30-40 minuti.

Questa che vedete nella foto sopra è la "pizza e minestra" nella versione in brodo.

pizzagranoturco7

 

 

Commenti   

0 # Monica 2016-04-14 08:34
È incredibile la varietà di prodotti che è racchiusa nel termine focaccia dalle dolci alle salate e mi piacciono un sacco tutte le storie che si nascondono dietro ad ogni preparazione. Non conoscevo questa focaccia e sono felice che tu abbia deciso di condividerla, è un pezzo della tua vita che ci hai donato!! Amo le tradizioni e tutte queste ricette antiche...

Un abbraccio e buon settimana della focaccia
monica
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2016-04-20 22:33
Grazie Monica, molto volentieri ho condiviso le mie emozioni, legate all'infanzia e ai ricordi più belli.
Sì, le nostre tradizioni regionali sono incredibilmente vaste, c'è sempre qualcosa da scoprire, e questa è la nostra vera ricchezza.
Ti ringrazio per essere passata da queste parti :)
Ciao Maria Teresa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TECNICHE DI BASE

PANE

PIZZE E FOCACCE

LIEVITATI DOLCI

DOLCI

MARIA TERESA

Maria Teresa Cutrone de gustibus Itinera

Iscriviti al mio blog!

Instagram

FACEBOOK

Corsi

IMG 20170206 WA0000

Programmi e TV

GOOGLE +

Google+ Seguimi su Google +

DEGUSTIBUS ITINERA utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.