facebook degustibusitinerainstagram degustibusitinerapinterest outlined logoyoutubegoogle plusrss2

PAPPA AL POMODORO

pappapomtitolo

PAPPA AL POMODORO

con cipolla caramellata e quenelle di stracchino e gorgonzola

Questa zuppa toscana fu resa famosa dal personaggio di Gianburrasca, nel libro dello scrittore Vamba “Il giornalino di Gianburrasca”, ma ancor più dalla canzone “Viva la pappa col pomodoro” che Rita Pavone cantava, interpretando proprio quel personaggio, in una fortunata serie della TV di tanti anni fa.

Io me la ricordo!

 

 

La semplicità di questo piatto è proporzionale alla sua squisitezza, e secondo me meriterebbe di essere riscoperto, anche per la sua economicità e per l’impiego di avanzi di pane.

Il pane non si butta mai, ricordiamolo!

Ben conoscevano questa regola le nostre nonne, che il pane lo producevano in casa, e quando il pane diventava troppo secco, lo si riutilizzava. Sono tante le ricette che prevedono l’uso del pane raffermo. Qui potete trovarne due, sono le zuppe della mia amica Mirella, toscana verace.

Questa è una delle più semplici e veloci.

Mi sono permessa di apportare qualche piccola aggiunta alla ricetta originale, per donargli un tocco di modernità.

Vediamo come procedere.

Ingredienti

1 litro di brodo vegetale preparato con cipolla, sedano, porro, carota e altri vegetali

700 gr di pomodori maturi privati dei semi e pelati, oppure 700 gr di pomodorini in salsa

500 gr di pane raffermo, preferibilmente del tipo toscano

2 spicchi d’aglio

mezza cipolla

un pezzetto di peperoncino piccante fresco

mezzo cucchiaino di zucchero

100 gr di gorgonzola piccante stagionato

100 gr di stracchino

2 cucchiai di parmigiano

basilico, erbe aromatiche a piacere

sale e pepe qb

olio extravergine di oliva di ottima qualità

Procedimento

Preparare il brodo vegetale con porro, cipolla, sedano, carota e altre verdure a piacere.

Tagliare a fette il pane e farlo tostare, avendo cura di non alzare troppo la temperatura per non farlo bruciare. Dovrà essere dorato e ben asciutto. Appena pronto, strofinare l’aglio sulle fette ancora calde.

Sistemare le fette in una pentola bassa, coprirle col brodo e portare a bollore.

Nel frattempo passare i pomodori freschi, tutti o solo in parte, scaldarli e condirli con sale e pepe.

In inverno è preferibile utilizzare pomodorini in salsa, ugualmente dolci e saporiti.

Versare i pomodori sul pane che nel frattempo avrà assorbito buona parte del brodo, portare a bollore, poi abbassare la fiamma e continuare la cottura a fuoco dolce, ancora per una ventina di minuti, schiacciando la pappa e mescolandola ogni tanto.

Affettare la cipolla sottilissima, rosolarla in un cucchiaio d’olio con mezzo cucchiaino di zucchero e qualche pezzetto di peperoncino piccante.

pappapom1pappapom2pappapom3pappapom4pappapom5pappapom6

pappapomcentrale

Mescolare i tre formaggi fino ad ottenere una crema omogenea e compatta.

Una volta pronta la pappa, sistemare nei piatti con qualche anello di cipolla, una quenelle di formaggio, olio crudo e qualche foglia di basilico.

pappapomcentrale1pappapomfondo

Commenti   

0 # Lou 2014-02-26 11:29
l'avevi promessa questa ricetta ed eccola qua.
anche io non butto mai via nulla e questa pappa al pomodoro fa proprio al caso mio.
non vedo l'ora di provarla questa estate con i pomodori del mio babbo!
Un abbraccio grande
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2014-02-26 17:52
Certo, d'estate è l'ideale, con pomodori freschi di stagione, per chi come te ha la fortuna di poterli avere dal proprio orto!
Grazie Lou per esserti fermata qui :)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Fabio Scabis 2017-06-19 10:08
Ciao Maria Teresa, siamo amici su fb ma forse non ci siamo mai veramente presentati. Ora sono in ritiro, cioè sono assente da fb per dedicarmi più alle mie cose e per avere meno distrazioni. Il tuo blog, però, come soli altri due, sono delle distrazioni cui non voglio rinunciare. Farò sicuramente questa ricetta appena cresceranno i miei pomodori, o forse anche prima! Tempo fa ho fatto i pomodori ripieni di riso. Buonissimi! Li vorrei replicare ma con questo caldo il forno ha il lucchetto. Continua con il blog, ti raccomando. Per fortuna ci sono ricette vegetariane, mi accontenti così. Buona fortuna per tutto. Fabio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

MARIA TERESA

Maria Teresa Cutrone de gustibus Itinera

Iscriviti al mio blog!

Instagram

FACEBOOK

Corsi

IMG 20170206 WA0000

Programmi e TV

GOOGLE +

Google+ Seguimi su Google +

DEGUSTIBUS ITINERA utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.