CENTROTAVOLA DI PANE CHALLAH A FORMA DI STELLA

pane stella 1

Sicuramente sono incostante e imprevedibile nella pubblicazione, ma al piacevole appuntamento degli auguri di fine anno sono puntuale e non manco mai.

Come detta il mio simpatico rituale annuale, ricompaio per un affettuoso abbraccio, per augurare a voi tutti un anno meraviglioso, il più bello che possiate desiderare. Questo che sta per terminare è volato via, senza che io me ne rendessi conto. E ogni anno passa più in fretta, vorrei afferrare il tempo per rallentare la sua corsa…

Come è consuetudine, presento in queste occasioni una preparazione tipica delle feste; in questo caso il mio piccolo regalo consiste in un pane centrotavola a forma di stella. È bello arricchire la tavola con una decorazione fatta con le proprie mani, e per quanto mi riguarda, il pane è la cosa che mi riesce meglio.

Vi ricordo i miei pani delle feste, quelli che son piaciuti di più: i panini di tritordeum con decori natalizi, il pane rituale serbo di Pata Markovic, il pain margueritte, la treccia augurale ricoperta di semi vari, accompagnata da crackers a forma di cristalli di neve, il pane challah dello Shabbat, la ruota ungherese delle feste, con un articolo supplementare per il tutorial fotografico.

Ho trovato questo pane a forma di stella a sei punte nel libro di Jeffrey Hamelman “Bread, a baker’s book of tecniques and recipes”, esattamente nella sezione “tecniche di intreccio”.

pane stella 2

Come primo step vi consiglio di impratichirvi sull’intreccio a sei fili, servendovi di un valido video che facilmente troverete in rete.

Per preparare la stella a sei punte vi occorrerà un chilogrammo di impasto uguale a quello della challah, che trovate qui, oppure della ruota ungherese, che trovate qui. Si tratta infatti di un tipo di impasto abbastanza duro e facile da modellare. Potete prepararlo il giorno prima e far fare la prima lievitazione in frigo. Dopo averlo riportato a temperatura ambiente, sgonfiatelo e cominciate la lavorazione.

pane stella 5pane stella 6pane stella 7pane stella 8

Nella descrizione del procedimento cercherò di essere più fedele possibile al testo originale in inglese del libro di Hamelman.

  • Tagliate 18 pezzi di impasto del peso di 50 grammi ognuno, lasciate il rimanente impasto per il bottone centrale della stella intrecciata
  • Lasciate riposare i 19 pezzi per una decina di minuti sotto un telo di plastica
  • Stendete i primi 18 pezzi per formare cilindri lunghi 46 cm, di spessore uniforme
  • Sistemate i fili a sei a sei e cominciate ad intrecciarli fino ad arrivare a metà della lunghezza
  • Sistemate gli intrecci in modo equidistante sulla teglia di cottura coperta di cartaforno, come vedete in foto
  • Dividete i sei fili liberi in gruppi di tre e sistemateli a destra e a sinistra di ogni intreccio
  • A questo punto si saranno riformati tre gruppi di sei fili provenienti da due intrecci diversi: in totale avrete 18 fili, tre gruppi di sei, e potrete così formare ancora tre intrecci
  • Cominciate ad intrecciare i primi sei, fino al termine, e proseguite così con gli altri due gruppi

Ora avete ottenuto sei intrecci, ovvero una stella a sei punte, tutte della stessa lunghezza.

Lavorate un altro pezzo di impasto a forma di pallina, e sistematelo al centro della stella.

Ora è il momento di coprire il pane stella per la seconda lievitazione, che durerà un’ora abbondante.

pane stella 9pane stella 10

Preparate il forno alla temperatura di 190°, spennellate la superficie la stella con uovo sbattuto, facendo molta attenzione a non bagnare le giunture degli intrecci, altrimenti si attaccheranno e si perderà l’effetto in cottura.

Infornate e cuocete il pane stella per 30 minuti circa, abbassando la temperatura a 180° dopo 10 minuti.

Fate attenzione a non far scurire troppo il pane stella, deve rimanere dorato, altrimenti si seccherà e si indurirà.

Usando la stessa tecnica, ho provato a fare anche una stella a otto punte, eccola in foto.

pane stella 4

Spero che questo articolo sia di vostro gradimento e che la spiegazione risulti chiara. In caso contrario scrivete pure i vostri dubbi nei commenti.

E adesso buon lavoro a tutti, e soprattutto buon anno nuovo!

Commenti   

# Tiziana 2020-02-04 15:48
Che bella Maria Teresa!
Pensa che mi ero proprio messa in agenda l'appunto sulle trecce di pane, in tutte le sue forme, da sviluppare quanto prima... È un argomento sul quale vorrei soffermarmi, ma il tempo è sempre tiranno. Questo post è utilissimo, grazie! Non ti saluto ricambiando gli auguri... dato che lo leggo soltanto ora :) ma ti auguro una buona serata.
Ciao a presto,
Tiziana
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Maria Teresa 2020-02-04 19:04
Hai ragione cara, è molto divertente intrecciare fili di impasto, in svariati modi, dando libero sfogo alla fantasia. Si tratta di un impasto versatile, che va bene a colazione ma anche con abbinamenti salati.
Grazie della visita, buona serata a te
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DEGUSTIBUS ITINERA utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.