TORTA SALATA DECORATA

torta salata decorata

Quando ero piccola mi piaceva molto giocare con la creta e con la plastilina. Già, noi bambini degli anni ’60 non avevamo tablet e playstation, al massimo la tv dei ragazzi, entro determinate fasce orarie. I nostri giochi erano molto basati sulla manualità e creatività, e anche l’industria del giocattolo faceva la sua parte, producendo appositamente materiali plasmabili adatti all’uopo.

Ricordo che un anno modellai pastorelli e animaletti per il presepe, e i miei genitori ne furono molto orgogliosi, mostrandoli ad amici e parenti.

Anche se col tempo la mia manualità non ha avuto modo di mantenersi allenata, quando mi trovo gli impasti sotto le mani spesso mi vien voglia di riprovare. Così è stato per molte forme di pani che ho pubblicato qui nel mio blog, altri esperimenti sono sparsi in facebook ed instagram… e altri ancora non sono pubblicati da nessuna parte per il semplice fatto che il “prodotto” è stato consumato prima di essere fotografato!

torta salata decorata 1

IL LIBUM DI CATONE, UN PANE DELL'ANTICA ROMA

libum di Catone

Da un po’ di tempo il mio lievito madre sta soffrendo, e sapete perché? Mi è venuta voglia di impastare senza lievito!

Colpa di AIFB e delle vulcaniche fanciulle del gruppo “Farina del nostro sacco”, che hanno deciso di creare una raccolta di pani senza lievito, memori delle difficoltà a reperire il lievito di birra durante il periodo di quarantena.

L’intento è proprio questo: dimostrare quanto vasto sia il repertorio di pani senza lievito, attingendo alla variegata tradizione regionale italiana, ma anche a quella di altri Paesi, e, perché no, alle tradizioni culinarie di antichi popoli. E così ho fatto un tuffo nel passato e mi sono appassionata alle storie dei Rasna, e ho provato il pane etrusco di farro e legumi, pubblicato recentemente.

Delle tradizioni panificatorie dell’antica Roma avevo già ampiamente parlato in un articolo di questo blog, “Il pane nell’antica Roma e il mio panis farreus”. Ma la mia amica Tiziana Bontempi del blog Profumo di broccoli, bravissima blogger esperta in lievitati, è davvero “contagiosa”, passatemi il termine in accezione positiva, e mi ha fatto venir voglia di provare il Libum di Catone. A volte basta un’immagine perché scatti la scintilla creativa, la voglia di mettersi all'opera, e le foto di Tiziana sono sempre ricche di fascino e della giusta atmosfera. La foto qui sotto mostra il libum e il pane etrusco.

libum di Catone 1

DEGUSTIBUS ITINERA utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.