CICERCHIATA MOLISANA O STRUFFOLI NAPOLETANI

cicerchiata titolo

Sicuramente tutti conoscono gli Struffoli Napoletani, ma sono sicura che non tutti conoscono la Cicerchiata Molisana. Le due preparazioni coincidono, sono praticamente lo stesso piatto, solo che da noi in Molise la Cicerchiata si prepara a Carnevale, mentre gli struffoli sono tipicamente natalizi.

Per non far torto a nessuno, li prepariamo a Natale e a Carnevale!

Sono tanto gustosi quanto semplici, e inoltre allegri, scenografici, e si conservano per molto tempo… ma solo se li nascondete!

Sono affezionata alla Cicerchiata, è un piatto di famiglia, la mia mamma non lo faceva mai mancare durante il Carnevale, assieme a chiacchiere, tortelli e soprattutto zeppole con le patate, le mie preferite.

cicerchiata titolo 1

PANE CON FARINA DI LENTICCHIE DELLA MARMILLA

pane di lenticchie titolo

Dopo l’abbondanza e la varietà dei golosi dolci natalizi, eccoci tornare alla semplicità, alla quotidianità del pane, la mia passione. Si tratta di un pane particolare e significativo per me, perché porta con sé il sapore dell’amicizia, l’esclusività del dono, e parla di Gabriela, una persona davvero speciale.

La particolarità del pane di oggi è la provenienza della farina di lenticchie, dono della mia cara amica Gabriela, preparata con lenticchie coltivate nei suoi campi in Marmilla, Sardegna. Capirete che valore abbia per me!

Ho sempre pensato che l'abbinamento cereali-legumi coniughi gusto e salute, sia nelle tradizionali e innumerevoli zuppe della cucina regionale italiana, sia, come in questo caso, per la preparazione di lievitati.

Chi ha già fatto un giro nel mio blog, ha probabilmente avuto modo di imbattersi in ricette simili a quella che oggi propongo, nelle quali ho usato legumi cotti. In questo caso c’è la comodità della farina di legumi, pronta per l’uso.

L'accortezza richiesta per panificare con farina di legumi è la pregelatinizzazione, una tecnica che favorisce l'impastamento e l'amalgama con farina di frumento, più semplice da lavorare.

 

pane di lenticchie centrale

PANINI DI TRITORDEUM CON DECORI NATALIZI

panini natale 5

Con l’arrivo di dicembre siamo proiettati nella magica atmosfera natalizia, con la preparazione delle decorazioni per la casa e l'organizzazione degli arredi per la tavola. Si comincia a pianificare gli incontri conviviali con amici e parenti, e vien voglia di sperimentare qualcosa di nuovo, mai provato prima.

In genere sono i dolci a far da padroni sulla tavola delle feste, ma è simpatico proporre anche qualcosa di rustico che rappresenti la simbologia del Natale. Dei semplici panini, per esempio, che si trasformano in simpatici segnaposti, con semi in superficie e un decoro allegro e colorato, ognuno diverso dagli altri.

Conoscete ormai la mia passione per i pani decorati, qui nel blog ce n'è una discreta scelta. In particolare vi consiglio la treccia augurale e la ruota ungherese delle feste.

panini natale

FROLLINI BICOLORI INTAGLIATI

frollini bicolori

Questo è il mio primo post del 2018. Mentre scrivo, sento ancora riecheggiare nell'aria i suoni festosi della notte di Capodanno. A voi giungano i miei auguri per un gioioso e luminoso nuovo anno, assieme a questi semplici frollini che tanto son piaciuti, sia a chi li ha assaggiati, sia a chi li ha solo visti in foto, pubblicati sui social.

Per Natale ho preparato tanti biscotti, come sempre. Mettono allegria e sono generalmente molto graditi.

Mi sono divertita usando tagliabiscotti con soggetti natalizi, che ogni anno diventano sempre di più.

Quest’anno non ho utilizzato la ghiaccia reale, ma non ho rinunciato alle decorazioni, realizzando intagli con varie forme e vari inserti, giocando con due o più impasti dai colori contrastanti.

frollini bicolori 3

BRIOCHES CON LA ZUCCA, VERSIONE DOLCE E SALATA

brioche zucca titolo1

Adoro l’autunno, con i suoi colori caldi e avvolgenti che scaldano il cuore all’arrivo dei primi freddi.

Adoro tutti i frutti autunnali, ma mi fanno impazzire le zucche variopinte e multiformi, che mettono allegria in cucina e a tavola.

Sono tante le varietà di zucca, ed ognuna di queste ha il suo miglior utilizzo in cucina. Ad esempio la zucca Mantovana, caratterizzata da una polpa di colore giallo oro e ottima cremosità, è indispensabile per i famosi tortelli di zucca. Altre varietà sono adatte per zuppe, risotti, o anche per essere fritte e poi consumate con salsine agrodolci. La zucca si presta benissimo anche a preparazioni dolci, come crostate con marmellata di zucca e ciambelloni.

Tra le varietà più coltivate ricordiamo la Trombetta di Albenga, la zucca di Chioggia, la Lunga napoletana, l’Americana, Beretta Piacentina, Moscata di Provenza, Gigante, Hokkaido, Butternut, Violina, Delica, e tante altre.

Di questi tempi le zucche non mancano mai nella mia dispensa, e anche nel centrotavola del mio soggiorno, anche quelle decorative sono molto carine e d’effetto.

Uso la zucca per preparazioni di tutti i tipi, anche per i miei lievitati.

brioche zucca titolo2

PATÉ DI SPIGOLA CON CRACKERS AI CECI ED ERBE DI PROVENZA

patè spigola titolo1

Oggi vi propongo un goloso paté che può diventare aperitivo o antipasto, un'idea simpatica da mettere in tavola per il cenone di Capodanno. E' un modo diverso di servire la spigola, in abbinamento a crackers con farina di ceci ed erbe aromatiche. Eh sì, ogni tanto mi piace anche preparare qualcosa che ricordi lo stile culinario francese, salsine e paté da servire in deliziose scodelline monoporzione, ne ho di tutte le forme.

LO PAN NER, LA FESTA DEL PANE NERO DELLE ALPI

castello titolo

Un salto nel passato, un viaggio nel tempo, un bellissimo sogno durato solo due giorni, ma vissuto con grande intensità, questo ha significato per me il soggiorno valdostano in occasione della festa de LO PAN NER.

lopanner titolo1

Il 14 e 15 ottobre scorsi, cinquanta antichi forni comunitari sono stati riattivati in altrettante località della Val d’Aosta, appositamente per la festa del pane nero di segale, il pane tipico valdostano, che tradizionalmente viene cotto una volta all’anno. Un’occasione unica per me e per questo mio spazio dedicato alla panificazione, devo ringraziare AIFB, Associazione Italiana Food Blogger che mi ha voluto nella delegazione delle otto blogger che hanno vissuto l’evento, dislocate in vari paesini e accolte da tutta la comunità. Devo ringraziare Cinzia Donadini, del Direttivo AIFB, che si è fatta carico di tutta l'organizzazione, niente affatto semplice. Grazie a lei AIFB è diventata partner della FESTA DE LO PAN NER.

lopanner titolo

La mia destinazione è stata Saint Pierre.

DEGUSTIBUS ITINERA utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.