PATÉ DI SPIGOLA CON CRACKERS AI CECI ED ERBE DI PROVENZA

patè spigola titolo1

Oggi vi propongo un goloso paté che può diventare aperitivo o antipasto, un'idea simpatica da mettere in tavola per il cenone di Capodanno. E' un modo diverso di servire la spigola, in abbinamento a crackers con farina di ceci ed erbe aromatiche. Eh sì, ogni tanto mi piace anche preparare qualcosa che ricordi lo stile culinario francese, salsine e paté da servire in deliziose scodelline monoporzione, ne ho di tutte le forme.

PANINI DI TRITORDEUM CON DECORI NATALIZI

panini natale 5

Con l’arrivo di dicembre siamo proiettati nella magica atmosfera natalizia, con la preparazione delle decorazioni per la casa e l'organizzazione degli arredi per la tavola. Si comincia a pianificare gli incontri conviviali con amici e parenti, e vien voglia di sperimentare qualcosa di nuovo, mai provato prima.

In genere sono i dolci a far da padroni sulla tavola delle feste, ma è simpatico proporre anche qualcosa di rustico che rappresenti la simbologia del Natale. Dei semplici panini, per esempio, che si trasformano in simpatici segnaposti, con semi in superficie e un decoro allegro e colorato, ognuno diverso dagli altri.

Conoscete ormai la mia passione per i pani decorati, qui nel blog ce n'è una discreta scelta. In particolare vi consiglio la treccia augurale e la ruota ungherese delle feste.

panini natale

LA MIA UMBRIA INCANTATA, CUORE VERDE D'ITALIA

umbria titolo1

Chiudo gli occhi e ricordo. Mi trovo immersa in un paesaggio senza tempo, che ispira serenità e pace al primo sguardo dello spettatore ignaro e di quello consapevole, del turista frettoloso e di quello di lungo periodo, di chi da sempre lo ammira e di chi lo scopre per la prima volta, di chi ha la fortuna di viverci, e di chi sogna una vita bucolica in armonia con i cicli della natura.

umbria titolo2

È un paesaggio che suscita intensa emozione, concilia la spiritualità, stimola la speculazione filosofica, porta ogni essere vivente a riconciliarsi con la Madre Terra. È la Terra vissuta da San Francesco, Santa Chiara, San Benedetto, San Valentino e Santa Rita. Giotto, Perugino, Pinturicchio, Benozzo Gozzoli e Luca Signorelli sono nati nella bellezza e bellezza hanno prodotto, ispirandosi a questa Terra incontaminata e pura, impreziosita da corsi d’acqua cristallina, laghi e laghetti incastonati tra i monti, fiumi e torrenti che scorrono degradando dolcemente tra le colline o precipitando improvvisamente come cascatelle tintinnanti o rapide scroscianti. Piccoli borghi, tranquilli e silenziosi, punteggiano il paesaggio come preziose gemme in un mantello dai cangianti colori.

umbria titolo4

BRIOCHES CON LA ZUCCA, VERSIONE DOLCE E SALATA

brioche zucca titolo1

Adoro l’autunno, con i suoi colori caldi e avvolgenti che scaldano il cuore all’arrivo dei primi freddi.

Adoro tutti i frutti autunnali, ma mi fanno impazzire le zucche variopinte e multiformi, che mettono allegria in cucina e a tavola.

Sono tante le varietà di zucca, ed ognuna di queste ha il suo miglior utilizzo in cucina. Ad esempio la zucca Mantovana, caratterizzata da una polpa di colore giallo oro e ottima cremosità, è indispensabile per i famosi tortelli di zucca. Altre varietà sono adatte per zuppe, risotti, o anche per essere fritte e poi consumate con salsine agrodolci. La zucca si presta benissimo anche a preparazioni dolci, come crostate con marmellata di zucca e ciambelloni.

Tra le varietà più coltivate ricordiamo la Trombetta di Albenga, la zucca di Chioggia, la Lunga napoletana, l’Americana, Beretta Piacentina, Moscata di Provenza, Gigante, Hokkaido, Butternut, Violina, Delica, e tante altre.

Di questi tempi le zucche non mancano mai nella mia dispensa, e anche nel centrotavola del mio soggiorno, anche quelle decorative sono molto carine e d’effetto.

Uso la zucca per preparazioni di tutti i tipi, anche per i miei lievitati.

brioche zucca titolo2

IL PANE CREATIVO DI SALVADOR DALI' PER LA GIORNATA MONDIALE DEL PANE 2017

pandalì titolo

Nella Giornata Mondiale del Pane ho il privilegio di pubblicare per la rubrica “LA VOCE DEGLI ALTRI”, del CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO.

Ho scelto una forma che amo particolarmente, un pane tradizionale catalano triangolare, detto “pan de croston” oppure “pan de picas”, oggi universalmente e semplicemente conosciuto come il PAN DALI’.

Parlare di pane e di arte è davvero appagante. Se poi le due tematiche convergono nello stesso, grande, unico, irripetibile personaggio, Salvador Dalì, il tutto diventa sublime, e anche un po’ surreale, come la sua pittura.

pandalì titolo1

LO PAN NER, LA FESTA DEL PANE NERO DELLE ALPI

castello titolo

Un salto nel passato, un viaggio nel tempo, un bellissimo sogno durato solo due giorni, ma vissuto con grande intensità, questo ha significato per me il soggiorno valdostano in occasione della festa de LO PAN NER.

lopanner titolo1

Il 14 e 15 ottobre scorsi, cinquanta antichi forni comunitari sono stati riattivati in altrettante località della Val d’Aosta, appositamente per la festa del pane nero di segale, il pane tipico valdostano, che tradizionalmente viene cotto una volta all’anno. Un’occasione unica per me e per questo mio spazio dedicato alla panificazione, devo ringraziare AIFB, Associazione Italiana Food Blogger che mi ha voluto nella delegazione delle otto blogger che hanno vissuto l’evento, dislocate in vari paesini e accolte da tutta la comunità. Devo ringraziare Cinzia Donadini, del Direttivo AIFB, che si è fatta carico di tutta l'organizzazione, niente affatto semplice. Grazie a lei AIFB è diventata partner della FESTA DE LO PAN NER.

lopanner titolo

La mia destinazione è stata Saint Pierre.

GIORNATA MONDIALE DEL PANE: PARROZZO O PANE ROZZO MOLISANO

parrozzo titolo3

Il mio rientro sulla piattaforma DE GUSTIBUS ITINERA, dopo qualche mese di inattività, coincide con la GIORNATA MONDIALE DEL PANE e con il mio contributo al CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO.

Tra i tanti pani regionali tradizionali italiani ho scelto il PARROZZO o PAN ROZZO MOLISANO, in onore della mia terra.

Il termine PARROZZO richiama subito alla mente un famoso dolce di mais, di tradizione abruzzese.

E invece no, non si tratta di un dolce, ma di un meno noto pane molisano, stavolta ROZZO davvero, è un semplice pane preparato con ingredienti poveri e di facile reperibilità, come la patata e il mais, o granoturco.

parrozzo titolo

DEGUSTIBUS ITINERA utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.